Diocesi di Vicenza
 Home Page » Archivio News » 2020 » Dicembre 2020 » Don Pio Cavedon è tornato alla Casa del Padre  
Lunedì 28 Dicembre 2020
Don Pio Cavedon è tornato alla Casa del Padre    versione testuale
I funerali giovedì 31 dicembre nella chiesa di Meledo






 

 

       Il Vescovo di Vicenza, Mons. Beniamino Pizziol, e il presbiterio diocesano, assieme alla sorella Adele e ai nipoti, annunciano, con dolore illuminato dalla fede, la morte di

 

Don PIO CAVEDON

 

anni 89

 

Riconoscenti al Signore per il dono di una esistenza ricca di anni e di frutti spirituali ricordano il suo ministero pastorale, svolto come vicario cooperatore a Santorso, Orgiano e a Poiana Maggiore; come parroco di Campodalbero e dell’unità pastorale “Val Liona”; come cappellano della Casa di Riposo “G. Bisognin” di Meledo.

 

Lo affidano alla misericordia di Dio Padre e per lui invocano il premio riservato ai servi fedeli.

 

La liturgia di commiato e di suffragio avrà luogo giovedì 31 dicembre 2020 alle ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di Meledo, preceduta alle ore 10.00 da un momento di preghiera e di testimonianza.

La tumulazione avverrà nel cimitero di Malo.

 

Veglie di preghiera si terranno mercoledì 30 dicembre alle ore 19.00 nella chiesa parrocchiale di Meledo e alle ore 19.30 nella chiesa parrocchiale di S. Germano dei Berici.

 

 

 

 

Vicenza, 28 dicembre 2020


CURRICULUM VITAE – DON PIO CAVEDON

Nato a Malo (VI) l’11.07.1931, fu ordinato sacerdote a Vicenza il 24.06.1956. Fu vicario cooperatore a Santorso dal 1956 al 1959, a Orgiano dal 1959 al 1962 e a Poiana Maggiore dal 1962 al 1969.

Nel 1969 venne nominato parroco di Campodalbero. Nel 1983 venne trasferito a S. Germano dei Berici, divenendo nel 1989 anche parroco di Campolongo. Nel 1992 venne nominato parroco in solido dell’unità pastorale “Val Liona”.

Dal 2006, dopo aver rinunciato all’ufficio di parroco, prestò il suo servizio sacerdotale come collaboratore pastorale nell’unità pastorale “Val Liona” e dal 2010 come cappellano della Casa di Riposo “G. Bisognin” di Meledo, dove si spense il 27 dicembre 2020.