Diocesi di Vicenza
 Home Page » Archivio News » 2020 » Luglio 2020 » Dino Caliaro nuovo presidente diocesano dell'Azione Cattolica Vicentina: rafforzare il legame con il territorio 
Giovedì 9 Luglio 2020
Dino Caliaro nuovo presidente diocesano dell'Azione Cattolica Vicentina: rafforzare il legame con il territorio   versione testuale






 
Martedì 7 luglio il Vescovo mons. Beniamino Pizziol ha nominato il prof. Dino Caliaro nuovo presidente diocesano dell'Azione Cattolica.
Alla presidente uscente Caterina Pozzato la gratitudine del Vescovo e di tutta la Diocesi per il prezioso servizio reso.
 
 
Scrive Andrea Frison sulla Voce dei Berici di questa settimana:
 
Insegnante di religione, 47 anni, sposato con Maria Serena e papà di quattro figli, Caliaro risiede a Monteviale e ha già ricoperto diversi incarichi in Ac, prima come responsabile diocesano Acr a fine anni ‘90, in seguito come segretario nazionale dell’Acr e poi consigliere diocesano e presidente parrocchiale. «Provo un grande senso di responsabilità - confida Caliaro a poche ore dalla nomina -. Nonostante i tanti incarichi ricoperti in associazione, più si cresce e più questa responsabilità si fa sentire, assieme al senso di gratitudine. Per questo ringrazio la presidenza uscente e Caterina Pozzato per il servizio donato gratuitamente all'associazione in questi anni». La nomina gli è stata comunicata dal Vescovo, telefonicamente. «Conoscevo già Pizziol per aver svolto l’incarico di vicedirettore dell’Ufficio per la pastorale scolastica -. Ci siamo ritrovati sull'idea di un’Ac che si spende per la Chiesa locale. La speranza del Vescovo è che l’Ac continui a fare ed essere ciò che ha scritto nel suo Dna».

Per l’associazione ecclesiale vicentina si tratta di ripartire, all’indomani della brusca interruzione dovuta al Coronavirus durante il quale, però, «l’Ac non si è fermata del tutto, specialmente a livello locale - spiega il nuovo presidente -. Pur con fatica ha ripreso a macinare iniziative che, senza lockdown, non avremmo mai immaginato. È drammatica quest’anno l’assenza dei campi estivi, ma dobbiamo guardare al positivo, come all’iniziativa dei TonezzaDay che stanno riunendo persone di tutte le fasce d’età o le proposte pensate per i 18 19enni e i giovani».

Per il prossimo triennio «lavoreremo di più sui territori per far sentire la presenza di una realtà diocesana non slegata da quella parrocchiale. Spesso si crea uno “scollamento” con la Diocesi, con il rischio di chiudersi nelle proprie parrocchie. Dobbiamo invece far sentire che c’è un’associazione». Un impegno tanto più importante alla luce del calo di adesioni avvenuto negli ultimi anni, «un problema non da poco anche per ragioni economiche - spiega Caliaro -, ma non lo vivo con ansia: dobbiamo lavorare bene e credo che la testimonianza sia la più importante».

Con la nomina di Caliaro si è così completato il rinnovo della presidenza diocesana per il triennio che si concluderà nel 2023. La scorsa settimana il consiglio diocesano ha eletto i vicepresidenti e i responsabili di settore. Per l’Acr i responsabili diocesani sono Davide Brandellero e Miriam Castegnaro. Vicepresidenti del Settore giovani sono stati eletti Giulia Bin e Daniele Sartori, mentre quelli del Settore adulti sono Gina Zordan e Nicola Bonvicini.