Diocesi di Vicenza
 Vita Consacrata » Archivio News Vita Consacrata » 2014 » Canonizzazione di Giovanni Antonio Farina 
Lunedì 30 Giugno 2014
BASILICA DI SAN PIETRO IN VATICANO
Canonizzazione di Giovanni Antonio Farina   versione testuale
Domenica 23 novembre 2014 la celebrazione presieduta da Papa Francesco





Il Vescovo Giovanni Antonio Farina
Il Vescovo Giovanni Antonio Farina

Domenica 23 novembre 2014
, festa di Cristo Re, nella Basilica di San Pietro in Vaticano, Papa Francesco proclama 6 nuovi Santi additandoli al culto della Chiesa universale.

Tra questi anche Giovanni Antonio Farina, vescovo di Vicenza dal 1860 al 1888 e fondatore delle Suore Maestre di Santa Dorotea Figlie dei Sacri Cuori.

Nato a Gambellara l’11 gennaio 1803, Giovanni Antonio Farina  ricevette l’ordinazione sacerdotale nel 1827. Svolse i primi anni del suo ministero a Vicenza, dove intuì il valore sociale che poteva avere l'insegnamento. Per questo, nel 1831 diede inizio alla prima scuola popolare femminile e nel 1836 fondò la Congregazione delle Suore Maestre di Santa Dorotea Figlie dei Sacri Cuori, un istituto di «maestre di provata vocazione, consacrate al Signore e dedite interamente all'educazione delle fanciulle povere». 
 
Nel 1850 fu nominato vescovo di Treviso, dove si distinse in maniera particolare per la sua carità, tanto da essere chiamato il «vescovo dei poveri» e anche  «vescovo della carità». 
 
Nel 1860 fu poi trasferito alla sede vescovile di Vicenza, dove indisse un Sinodo diocesano e promosse in tutto il territorio istituzioni per l’assistenza dei poveri e dei presbiteri anziani. 
 
Proprio in veste di Vescovo di Vicenza, partecipò ai lavori del Concilio Vaticano I, dove sostenne la definizione dell'infallibilità pontificia. Morì a Vicenza il 4 marzo 1888.
 
Nel corso dei suoi due episcopati, scrisse pagine di alta carità ecclesiale, con aperture e intuizioni innovatrici soprattutto nei confronti delle fanciulle abbandonate.